GRAZIE A FIRENZE HO SCELTO DI DIVENTARE ITALIANO.
OGGI MI CANDIDO A SINDACO.

Ora si cambia, in meglio. Firenze deve tornare a essere il faro del mondo, la nuova capitale della cultura. Deve tornare a essere Magnifica.

LA LISTA CIVICA

Ora si cambia, in meglio. Firenze deve tornare a essere il faro del mondo, la nuova capitale della cultura. Deve tornare a essere Magnifica.

Saremo soprattutto noi, tutti insieme, cittadini e cittadine di Firenze, a renderla più bella

Realizziamo insieme questo cambiamento! È il momento.

DIVENTA VOLONTARIO

RESTA IN CONTATTO

Home resta in Contatto

Nome

Sono sicuro di poter dare molto a Firenze, e a chi ci vive. Non nasco come politico, ma sono un manager e un amministratore capace, e voglio mettere a disposizione le mie competenze per il bene della città.

DICHIARAZIONI PROGRAMMATICHE

Più sicurezza, più efficienza, più decoro.  

Già come Direttore degli Uffizi ho partecipato ai dibattiti che vedevano al centro la città di Firenze, non solo dal punto di vista artistico-culturale, ma anche politico.

Continuerò a farlo, affrontando con impegno, passione e determinazione le sfide e le problematiche presenti in città.

LA TUA IDEA PER FIRENZE?

RACCONTACELA!

La tua idea

Nome

FEED INSTAGRAM

Uno spettacolo unico, una finale entusiasmante, conclusa con una classica “remuntada” negli ultimi minuti. 
Dimostrazione che niente è impossibile. 
E che sia di buon auspicio anche per il ballottaggio. ✌🏻

#Firenze #calciostorico #eikesindaco #FirenzeMagnifica
A nome mio e di tutta la coalizione Eike Sindaco do il benvenuto a @fmarrazza e alla lista @firenzeribella2024. Durante la campagna elettorale ho apprezzato l’energia e la voglia di cambiamento suo e delle donne e degli uomini che hanno sostenuto la candidatura di Francesca, vera fiorentina che dopo aver girato il mondo è tornata nella sua città. 
RiBella Firenze si è battuta con coraggio e spirito autenticamente fiorentino. Ci unisce il desiderio di cambiare volto alla nostra città, recuperare i danni commessi dal Pd e difendere Firenze da scelte scellerate che devasteranno interi quartieri, a partire dal Campo di Marte.
#FirenzeMagnifica #Ribellafirenze #eikesindaco
Firenze fiera, piena di cultura e bellezza.
#FirenzeMagnifica
#eikesindaco
Da quest’anno e per molto tempo allo stadio non ci sarà posto per tutti i tifosi. 
La società è ai ferri corti con il Comune che in questi anni ha impedito la soluzione più logica: lo stadio nuovo! 
Cosa farò se sarò sindaco? 
Sospenderò i lavori al Franchi. 
Inizierò subito il progetto per lo stadio nuovo (gli spazi ci sono) che sarà costruito e finanziato da @acffiorentina, assieme ad ACF o con project financing. 
Si può fare velocemente, come è successo per il Viola Park e costerà meno di adeguare lo stadio attuale.
Quando la squadra e i tifosi avranno finalmente una casa adeguata, avvieremo  la riqualificazione del Franchi 
Sarà il Centre Pompidou del ventunesimo secolo.
Una struttura all’avanguardia per l’architettura, il design, la tecnologia in collaborazione con imprese e università.
La produzione culturale di Firenze sarà di nuovo al centro del mondo!
Firenze bella, fiera, piena di cultura e ricchezza …
Alla festa della FIOM  ho citato la costituzione italiana che all’art. 1 ribadisce che la nostra è una repubblica fondata sul lavoro.

Il turismo a firenze rappresenta  il 12% del Pil.
Il manifatturiero il doppio. 

Eppure gli operai e gli artigiani, che hanno fatto la storia di questa città, che l’hanno tenuta in vita durante gli anni della pandemia non abitano più a Firenze, non se lo possono permettere.
E allora c’è qualcosa che non funziona in questa città, c’è un corto circuito se i lavoratori possono vivere solo nell’hinterland, c’è un divario odioso e ingiusto tra le rendite immobiliari  e quelle da lavoro.
Salari e stipendi più equi, e una casa per tutti. È questo il mio impegno se sarò sindaco.
Sicura, bella, semplice, libera. 
Cambiamo insieme!
#FirenzeMagnifica ✨
#eikesindaco
Grazie! 
Grazie ai 60mila fiorentini che ci hanno dato fiducia, votando per me e per le liste che mi hanno sostenuto. 
Un risultato in cui confidavamo, forti dell’energia di tutti i nostri candidati, dei volontari e di tutti coloro che ci hanno supportato in queste settimane. Abbiamo respirato grande entusiasmo in ogni angolo di Firenze. Ma questo risultato è un punto di partenza, non di arrivo. Abbiamo altri 10 giorni per convincere i fiorentini a votare per una Firenze nuova. Più sicura, più bella, più semplice. Più libera. Libertà di passeggiare ovunque e a qualsiasi ora senza paura, libertà di spostarsi col mezzo più adatto alle esigenze, libertà di restare a vivere in città e non esser costretti ad abbandonarla.
Quella che proponiamo è una città in grado di cogliere le opportunità della sua infinita bellezza, più vicina ai cittadini, più attenta alle loro esigenze. La vogliono la maggioranza dei fiorentini. 
Oltre 100mila elettori hanno bocciato la giunta Nardella e la candidata sindaco designata. Altrettanti hanno scelto di non andare alle urne. 
Circa 200mila fiorentini, quindi, hanno voglia di una città migliore. Un cambiamento di cui mi faccio interprete, forte della mia esperienza manageriale e di una visione di città che guarda al futuro, senza perdere la sua identità, anzi riconquistandola con orgoglio.
Non mi rivolgo agli altri partiti, mi rivolgo a ognuno dei 200mila fiorentini che non hanno votato per la coalizione del Pd. Chi per convinzione, chi per delusione, chi per rassegnazione.
 Il 23 e il 24 giugno abbiamo l’opportunità di scrivere una pagina nuova per Firenze. 
Il cambiamento è a un passo. Firenze merita di più.

#eikesindaco #FirenzeMagnifica
Obiettivo centrato. Andiamo al ballottaggio!
Privacy Policy Cookie Policy